L’estate e soprattutto il  gran caldo possono aver reso le nostre gambe  gonfie e pesanti, con effetti negativi sul sistema circolatorio. Per questo, lasciata la stagione estiva alle spalle, è il momento di dedicarsi alla salute delle gambe, e prendersi cura in particolare delle vene per prevenire eventuali flebopatie.

Le più frequenti patologie venose sono le cosiddette “vene varicose”: come suggerisce la etimologia del termine latino varus “ricurvo”,  sono alterazioni dei condotti venosi che si manifestano per l’appunto con rigonfiamenti e deformazioni delle vene delle gambe. In Italia sette milioni di persone, per lo più donne, soffrono di tale disturbo che oltre ad essere spia di una insufficienza venosa importante, rappresenta un fastidioso inestetismo.

Ecco le sette regole per prevenire le vene varicose
  1. Evitare la sedentarierà
E’ consigliato non stare per troppo tempo fermi, in piedi o seduti. Pochi passi o una breve passeggiata aiutano a mettere in moto la circolazione delle gambe. Meglio fare le scale, piuttosto che prendere l’ascensore.
  1. Le gambe più alte del cuore
Da sdraiati è preferibile tenere le gambe un po’ più alte rispetto al cuore. Per questo, quando si è a letto, potrebbe essere utile mettere un cuscino sotto il materasso, alzarlo di 15-20 cm, in modo tale da favorire la circolazione venosa.
  1. Scarpe comode
E’ importante indossare calzature comode, specie se si tengono ai piedi per tutta la giornata. Il tacco ideale non dovrebbe superare i 5 cm e sono da evitare scarpe troppo strette che non consentono di camminare con un passo corretto.
  1. Praticare nuoto
Il nuoto viene considerato lo sport ideale per mantenere in salute le gambe, sia  per il movimento, che per il contatto benefico con l’acqua.
  1. Gambe lontane dal calore
Per prevenire le vene varicose è raccomandato evitare l'esposizione delle gambe a fonti di calore (stufe, radiatori, ecc.). Non fare bagni in acqua troppo calda. Preferire piuttosto bagni frequenti o docce fredde.
  1. Ridurre alcolici, caffeina e cibi piccanti e grassi
L’alimentazione può incidere in maniera significativa sulla insorgenza delle vene varicose: il controllo del peso è fondamentale per non alterare  i condotti venosi e compromettere la loro funzionalità. La dieta ideale dovrebbe essere ricca di verdure, frutta, cereali, proteine animali tre volte a settimana, ed evitare al contrario grassi, cibi piccanti e caffeina.
 
  1. Stile di vita sano
Oltre all’alimentazione equilibrata è importante evitare cattive abitudini come il fumo, che risulta essere uno dei grandi nemici di arterie e vene. Infine, per una prevenzione a 360 gradi, è fondamentale consultare sempre uno specialista in chirurgia vascolare per conoscere l’erediterà del disturbo, l’incidenza di altri fattori di rischio e predisporre eventuali trattamenti terapeutici.