Gli italiani sono il popolo più sano del mondo e vivono anche più a lungo. A stabilirlo è l’ultima classifica Bloomberg Global Health Index, che colloca l’Italia al primo posto su 163 Paesi, seguito da Islanda, Svizzera, Singapore e Australia.
Per stilare la classifica della salute mondiale sono state considerate numerose variabili come aspettativa di vita, pressione sanguigna, fumo, alimentazione, attività sportiva e disponibilità di acqua pulita.
 
All’interno della classifica salute dei cittadini e reddito pro-capite sono strettamente legate: le prime venti posizioni, infatti, sono occupate da Paesi che fanno parte del gruppo Ocse, a eccezione di Cipro e Singapore. La ricchezza tuttavia si trasforma in salute solo se intervengono anche altri fattori soprattutto culturali come l’attenzione per il cibo o l’abitudine a praticare attività fisica.
 
Dieta Mediterranea
L’alimentazione degli italiani incide moltissimo sul buono stato di salute. Come provato da numerosi studi sulla Nutrizione, la dieta mediterranea - contraddistinta dal consumo di frutta, cereali, pesce, verdura di stagione e olio extravergine di oliva - rappresenta un vero e proprio toccasana, nonché il segreto della longevità made in Italy. Si tratta infatti di un regime alimentare naturale basato principalmente sulla giusta combinazione tra carboidrati, proteine, grassi e zuccheri.
 
Corretti stili di vita
La longevità è una delle conseguenze che deriva da una qualità di vita così elevata in Italia. Sull’allungamento dell’età incidono anche la quantità di tempo passato all’aria aperta abbinato ad attività fisica e/o sportiva e a stili di vita in genere corretti e attenti alla prevenzione. Un bimbo italiano ha, infatti, una aspettativa di vita di circa 80 anni (contro, ad esempio, i 52 anni della Sierra Leone). Ed infatti, il nostro Paese – nella classifica Bloomberg - totalizza un punteggio in grado di salute pari a 93.11, ben prima delle vicine Spagna, Francia, Germania e Gran Bretagna.
 
Pressione sanguigna e colesterolo sotto controllo
Gli italiani sono molto più in forma pure di canadesi e americani, che, al contrario, presentano livelli più alti di pressione sanguigna e colesterolo, oltre ad essere maggiormente colpiti da disturbi psichiatrici. A distanza anche il Giappone, mentre gli Stati Uniti si collocano al 34esimo posto, in quanto risultano uno dei Paesi con la popolazione più obesa del mondo.
 
La salute è quindi una priorità per il popolo italiano che ha compiuto un passo in avanti rispetto allo scorso anno quando l’Italia conquistò la seconda posizione alle spalle di Singapore. Sull’eccellente risultato – sostengono gli autori della ricerca – incide in ultimo un altro fattore, ossia il numero di medici presenti sul territorio nazionale.
 
La salute si conquista infine con screening di prevenzione che possono contribuire a tenere sotto controllo  l’organismo, e ad evitare problematiche più serie e migliorare la qualità di vita.
 
Per approfondimenti consulta i nostri Check up